Matrimoni

Messaggio del Rettore

Cari sposi, noi domenicani siamo lieti se state pensando di scegliere la nostra Basilica come luogo per celebrare il vostro matrimonio. Naturalmente, abbiamo una nostra visione della celebrazione del matrimonio, atto ecclesiale e sacramentale che si situa all’interno di un ambiente sacrale, quello di Santa Sabina, di alta spiritualità e di incomparabile fascino. Come atto ecclesiale il luogo ordinario per la celebrazione del matrimonio è la parrocchia. Tuttavia il Sinodo diocesano ha permesso la celebrazione del matrimonio anche fuori della parrocchia, fissandone modalità e condizioni. Queste, unite a quelle stabilite da noi domenicani costituiscono il presupposto per uno svolgimento della celebrazione che mette al centro il significato religioso del dono che i due sposi si fanno vicendevolmente: la promessa dell’amore e della fedeltà che in Cristo diventa sacramento, cioè segno della sua presenza nelle nostre vite.

Fra Carlyle Fortune OP, Rettore della basilica

Norme per la celebrazione del Matrimonio nella Basilica di Santa Sabina

Per celebrare i matrimoni a Santa Sabina sono a disposizione:
1) i giorni feriali: dalle 16.00 alle 18.00;
2) il sabato: la mattina dalle 10.00 alle 12.00; il pomeriggio dalle 16.00 alle 18.00
3) non si celebrano matrimoni la domenica.

Non si può celebrare i matrimoni nel tempo di quaresima. Nel tempo di avvento sarà difficile ricevere il permesso dal vicariato di Roma.

Gli sposi possono far celebrare il loro matrimonio dal proprio parroco o da un sacerdote di loro conoscenza o dal rettore della basilica.

La celebrazione avrà inizio improrogabilmente all’ora stabilita. Si raccomanda, quindi, la massima puntualità.

La basilica non dispone dell’arredamento (sedie per gli sposi, i testimoni e gli ospiti) per la celebrazione di un matrimonio ma viene normalmente allestita o dal fioraio o da un allestitore scelto dagli sposi.

L’addobbo floreale e l’allestimento della basilica dovrà essere contenuto, discreto e adatto all’atmosfera della Basilica. Il compenso del fioraio resta a carico degli sposi.

Gli sposi sono certamente liberi di servirsi di un fioraio di loro fiducia (noi collaboriamo con “Momento Magico”, www.momentomagico.it), ma con l’accuratezza di fargli presente che il tempo a disposizione per l’addobbo è quello di due ore prima della cerimonia e che il successivo riordino deve avvenire immediatamente dopo la cerimonia per non ostacolare l’allestimento di un seguente matrimonio.

Gli sposi sono altrettanto liberi di scegliere il fotografo (noi collaboriamo con “Colizzi Fotografi”, www.fotocolizzi.com) mai i fotografi sono pregati di attenersi al rispetto delle norme che li riguardano.

Per quanto concerne la musica liturgica, la Basilica dispone di un organo e di un organista che può essere contattato (Marco Silvi, marcosilvi102@gmail.com) Il compenso per la prestazione dell’organista resta a carico degli sposi.

Il contributo per le spese della Basilica, della Rettoria e per quelle del Vicariato di Roma è stato fissato dallo stesso Vicariato in € 270,00 e viene richiesto o il giorno della consegna dei documenti sigillati dal Vicariato o tramite bonifico bancario (circa quattro settimane prima della celebrazione del matrimonio).

Prenotazione matrimoni

1. La celebrazione di un matrimonio può essere prenotata solo un anno prima della celebrazione stessa. Cioè a cominciare dal 1° luglio 2023 si può prenotare tutte le celebrazioni nel luglio del 2024. Purtroppo ci sono sempre più richieste per lo stesso giorno e lo stesso orario. In questo caso la prenotazione sarebbe fatta per la coppia la cui e-mail (magari mandata alle ore 0.00, basta che la data sia del 1.7.2023) risulta la prima a essere arrivata e mostrata dal programma e-mail. Mi dispiace che non sia possibile accontentare tutte le coppie ma questa specie di sorteggio mi sembra di dare a tutte le stesse possibilità.

2. Dopo aver letto le informazioni previe, si può procedere alla richiesta per la celebrazione di un matrimonio inviandomi una email nella quale devono essere indicati:
– la data desiderata e l’orario
– i nomi degli sposi
– un numero telefonico

3. Con la prenotazione la data e l’orario rimangono bloccati per due settimane perché ci sia il tempo sufficiente per chiedere al parroco (di residenza) l’attestato “per presa visione”, preparato dal rettore. Per questo dovete contattare il proprio parroco per farvi firmare l’attestato. Solo dopo la presentazione dell’attestato, la prenotazione sarà confermata.

4. L’attestato dovrete recarlo con voi in occasione di un incontro a Santa Sabina. Potrete mandarlo già prima in formato PDF via e-mail.

Informazioni

Per il matrimonio in Chiesa elenchiamo qui di seguito e in ordine i documenti da procurare e le tappe che devono essere soddisfatte:

Documenti religiosi

Certificato di battesimo per “uso matrimonio”, da richiedere alla parrocchia dove si è stati battezzati. Questo certificato può essere richiesto solo 6 mesi prima del matrimonio.

Certificato di Cresima: la data della cresima dovrebbe essere annotata sul certificato di battesimo. Nel caso contrario il certificato può essere richiesto nella parrocchia dove si è stati cresimati.

Documenti di Stato Civile

Certificato contestuale (residenza, cittadinanza, stato libero civile); il certificato deve essere richiesto per uso matrimonio, in bollo, al Comune di residenza.

Le tappe

1. Muniti dei suddetti documenti, i fidanzati si presentano all’ufficio parrocchiale della loro parrocchia per l’espletamento della “Posizione matrimoniale”.

2. Nel Comune di residenza di uno degli sposi verrà fissata la data per il giuramento civile, e verrà effettuata la richiesta per le pubblicazioni civili.

3. Il parroco di uno dei due fidanzati, una volta ricevuti tutti i documenti necessari (tra cui il nulla osta rilasciato dal Comune e l’attestato di partecipazione al corso prematrimoniale), provvederà ad esporre la pubblicazione delle nozze nella propria chiesa e fornirà un documento agli sposi idoneo per la pubblicazione presso la parrocchia dell’altro fidanzato.

4. Terminate le pubblicazioni, i fi-danzati, con tutti i documenti raccolti e l’eventuale licenza per sposarsi fuori parrocchia, potranno recarsi presso l’Ufficio Matrimoni del Vicariato di Roma (Piazza S. Giovanni in Laterano, 6) per il Nulla Osta definitivo.

5. L’autorizzazione vicariale (“modulo XIV” dovrà essere consegnata al Rettore della chiesa nella quale verrà celebrato il rito.

Vuoi celebrare il tuo Matrimonio nella
Basilica di Santa Sabina?

Contattaci per richiedere informazioni su modalità e tempi di attesa

Le prenotazioni per Ottobre 2023 inizieranno Sabato 1 Ottobre alle ore 8:00

Torna in alto